Procedure didattiche

In questa sezione è raccolta la modulistica realizzata dal Corso di Studio per le procedure inerenti la didattica.

Attestazione di partecipazione a lezione

Lo studente che abbia necessità per motivi lavorativi o qualsiasi altra ragione di una attestazione di aver partecipato ad una lezione di un corso a cui ha diritto a sostenere il relativo esame, può utilizzare il modulo predisposto.

Attestazione di esame

Lo studente che abbia necessità per motivi lavorativi o qualsiasi altra ragione di una attestazione di aver sostenuto una prova di esame può utilizzare il modulo predisposto.

Attestazione di attività formative

Le attività formative che lo studente può includere nel proprio Piano di Studio sono:

  • il tirocinio, che può essere svolto internamente ad una struttura dell'Ateneo o presso una struttura esterna (ente o azienda pubblica o privata), regolamentato da apposita normativa e per la cui attivazione occorre seguire le procedure indicate,
  • le attività propedeutiche alla preparazione della prova finale per il conseguimento del titolo di studio, consistenti nelle attività connesse con la preparazione della tesi, come attività di laboratorio, ricerche bibliografiche, simulazioni, progettazione di un sistema, etc.),
  • altre attività, volte ad acquisire competenze trasversali, abilità utili per l'inserimento nel mondo del lavoro.

Oltre le procedure indicate per l'attivazione dell'attività, il docente di riferimento per le attività formative attesterà il corrispondente numero di CFU. L'attestazione sarà controfirmata dal Coordinatore del Corso di Studi. L'attestazione delle attività formative viene compilata sul Portale dello Studente, eventualmente contestualmente alla dichiarazione del relatore in caso di attività propedeutiche alla tesi o tirocinio.

Richiesta di appello straordinario

Lo studente che volesse chiedere, per ragioni giustificate, un appello straordinario per sostenere un esame fuori dai periodi indicati per le sessioni di esame, deve far domanda al docente incaricato dell'insegnamento. La possibilità di svolgere un esame al di fuori delle finestre temporali stabilite è subordinata alla disponibilità del docente, ed è da considerarsi comunque un procedimento eccezionale. Il docente è comunque tenuto a seguire per apertura appello e verbalizzazione le normali procedure, specificando che si tratta di Sessione Straordinaria / Appello Straordinario, comunque senza limitazioni di numero.

Verbale di esame

Gli esami relativi ad insegnamenti non più attualmente impartiti, devono essere verbalizzati su un apposto modulo predisposto al fine di evitare la registrazione telematica su Delphi che implicherebbe l'inserimento da parte del Centro di Calcolo del vecchio insegnamento tra i corsi che un dato docente può verbalizzare. Detto modulo non deve essere utilizzato invece per gli esami attualmente attivi, che devono invece essere verbalizzati telematicamente attraverso la piattaforma Delphi, permettendo, tra l'altro, allo studente esaminando di effettuare la valutazione del corso.

Il verbale deve essere controfirmato anche dal Coordinatore del Corso di Studi che in questo modo fornisce implicita autorizzazione ai docenti della commissione di esame di svolgere l'esame.

Verbale di colloquio integrativo di esame

In alcune circostanze, come nella procedura di trasferimento da un corso di laurea ad un altro o di trasferimento da altro ateneo, potrebbe essere richiesta, al fine della convalida di un esame, l'integrazione di un esame già sostenuto attraverso un colloquio integrativo per un certo numero di CFU con un docente indicato dal Coordinatore del Corso di Studio.

Lo studente e il docente si accorderanno quindi su un programma specifico, coerente con il numero di CFU indicato, a cui seguirà un colloquio, non necessariamente interno ai periodi didattici indicati per le sessioni di esame. Il docente e lo studente firmeranno l'apposito verbale di colloquio integrativo di esame attraverso il modulo predisposto che sottoporranno per accettazione al Coordinatore del Corso di Studio.

Il docente incaricato del colloquio integrativo, in base ai CFU totali dell'esame riconosciuto e a quelli relativi al colloquio, alla votazione ottenuta dallo studente all'esame originario e al risultato accertato dal colloquio fornirà la votazione finale dell'esame riconosciuto che verrà registrato dalla Segreteria Studenti.

Equivalenza esame Erasmus+

Lo studente che ha sostenuto un esame nell'ambito del programma Erasmus+ abbia necessità di renderlo equivalente a un insegnamento tenuto presso l'Università di Roma Tor Vergata, deve procedere con la relativa procedura di equivalenza da parte del titolare del corso di Ateneo che verificherà la corrispondenza dei contenuti tra i due corsi ed eventualmente provvederà ad espletare un colloquio integrativo (nel qual caso fornirà anche una votazione finale dell'esame riconosciuto).

Il riconoscimento di equivalenza, nonché la eventuale registrazione del colloquio, vengono formalizzati attraverso il modulo predisposto.

Riconoscimento esami sostenuti in Erasmus+

Lo studente che ha sostenuto esami nell'ambito del programma Erasmus+, deve procedere al loro riconoscimento attraverso una valutazione da parte del Coordinatore del Corso di Studi che formalizzerà la procedura attraverso l'apposito modulo predisposto.

Richiesta di modifica di piano di studio

La richiesta di modifica di un piano di studio, senza effettuare quindi una nuova compilazione del piano nei periodi temporali e con le procedure predisposte dal Corso di Studi, è da ritenersi una deroga eccezionale. La richiesta, per essere considerata valida, deve essere accettata dal Coordinatore del Corso di Studio.

Nel modulo predisposto devono essere indicati gli esami di cui si richiede la sostituzione e quelli di cui si richiede l'inserimento. Non è possibile ovviamente richiedere o eliminare esami già sostenuti. Occorre indicare anche se i CFU relativi a esami da inserire devono essere considerati in sovrannumero.

Un esame è considerato in sovrannumero quando la totalità dei suoi CFU è eccedente il numero minimo dei CFU per il conseguimento della laurea. Gli esami specificati in sovrannumero concorrono nel calcolo della media e devono essere comunque sostenuti.

Richiesta di anticipo esami

Lo studente può sostenere solo gli esami che sul Piano di Studio sono indicati in un anno di corso uguale o precedente l'attuale anno di iscrizione dello studente. È prevista la deroga a questa regola generale attraverso una apposita richiesta dello studente che può proporre di anticipare esami previsti per un anno successivo al proprio di iscrizione attraverso l'apposito modulo.

La richiesta deve essere accettata dal Coordinatore del Corso di Studi per essere valida.

Dichiarazione del relatore e autorizzazione a sostenere la prova finale di laurea

Sia nel Piano di Studio della Laurea che in quello della Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica, lo studente è chiamato a svolgere con le modalità indicate una prova finale di laurea seguito da un relatore, docente di un insegnamento tenuto nell'Ateneo, ed un eventuale correlatore, eventualmente esterno all'Ateneo stesso.

Quando il relatore, a suo insindacabile giudizio, riterrà che il lavoro di tesi è congruo per essere presentato come prova finale di laurea, dichiarerà di aver seguito lo studente, eventualmente insieme ad uno o due correlatori e firmerà l'autorizzazione a sostenere la prova finale. Il modulo è generato automaticamente dal Portale dello Studente quando lo studente farà domanda di laurea.

Tale modulo deve essere presentato dallo studente in Segreteria Studenti almeno 10 giorni prima della data prevista per la sessione di laurea in cui intende laurearsi.